Deep Mind 12: la novità più attesa del Namm 2017 è firmata Behringer

Maurizio CurtoBehringer, News

Il Namm 2017 è stata l’occasione per toccare finalmente con mano il nuovo synth analogico sviluppato da Behringer , che ha già suscitato grande attenzione tra gli utenti e la stampa specializzata.

Il Deep Mind 12 non ha tradito le attese, rivelandosi in tutte le sue enormi potenzialità ed attirando nello stand Behringer un numero incredibile di persone.

Definito da Behringer come ‘the ultimate analog polysynth‘, il DM12 è caratterizzato da una serie incredibile di funzioni ed effetti: tastiera a 49 tasti con aftertouch, 12 voci analogiche polifoniche in grado di riprodurre il suono di tutti i synth classici più famosi (e non solo), 2 oscillatori analogici a controllo digitale, 2 LFO per voce, 3 controlli di inviluppo, noise generator, modalità unisono con detune fader manuale, matrice di modulazione a 8-bus, sequencer a 32-fasi, 4 processori effetto digitali e Wi-Fi integrato.

Il Deep Mind 12 sarà lanciato sul mercato europeo a fine Febbraio ad un prezzo incredibile, candidandosi ad essere un nuovo game changer nel mondo dei synth, così come lo fu l’X32 nel modo dei mixer digitali.